Inizio prima di iniziare

Con tutto questo inseguo un'idea...
L'idea e' di fare un viaggio, come quelli che si facevano prima, lenti lenti, in cui si poteva osservare tutto e godere di tutto.
Questo viaggio lo faro' col mio longskate, seguendo le strade costiere della sardegna fermandomi per surfare ogni volta che ci sono onde.
Dove voglio arrivare? non lo so, andro' avanti per 20/25 giorni a partire dai primi giorni di agosto e non mi metto una meta', perche' porterebbe alla fretta e denaturerebbe il tutto.
La partenza e' da Villacidro (CA) e mi (ci?) seguira' uno o due furgoni di supporto.
Mi piacerebbe che chiunque voglia condividere questa esperienza con me non esitasse a contattarmi...
Mi piacerebbe che fossimo in tanti a skateare per quelle strade per poi buttarci in acqua e bere una birra la sera, poter godere del vento,del mare e delle immagini con cui la Sardegna riesce sempre a stupirmi.
Ogni giorno del mio viaggio aggiornero' questo blog ed indichero' la mia posizione in modo tale che chiunque si voglia unire al viaggio anche per soli pochi km lo possa fare, e sara' il benvenuto!
Per qualsiasi cosa (info, supporto ed insulti) contattatemi all'indirizzo info@alessandromurgia.it
Grazie

giovedì 25 maggio 2017

LOMBARDIA, 110 milioni per investimenti in ricerca e innovazione: sportello aperto. - UMBRIA, internazionalizzazione: pubblicato l'avviso per la partecipazione a Fiere Internazionali 2017.

Informazioni

Appuntamenti

Spett. Andsoforever Droponsardegna, 
Vi inviamo la newsletter con le ultime novità in materia di agevolazioni finanziarie per le imprese.
Non esitate a contattarci per informazioni.

Chiedi Informazioni


UMBRIA, internazionalizzazione: pubblicato l’avviso per la partecipazione a Fiere Internazionali 2017.

UMBRIA, internazionalizzazione: è stato pubblicato l’Avviso rivolto alle micro, piccole e medie imprese (MPMI), localizzate sul territorio della Regione Umbria, per favorire l’internazionalizzazione e la promozione dell’export.
OGGETTO: è prevista la concessione di agevolazioni sotto forma di contributi a fondo perduto per la partecipazione alle Fiere Internazionali per l’anno 2017, ricomprese nell’elenco approvato con DGR 31/2017, ed integrato tramite comunicazione del 3 maggio 2017 da parte della Regione Umbria.
BENEFICIARI: micro, piccole e medie imprese con i seguenti requisiti: iscritte nel Registro delle Imprese, tenuto presso la CCIAA territorialmente competente ed esercitanti un’attività economica, identificata come prevalente, inclusa tra i codici ATECO 2007 ammessi); con sede operativa nel territorio regionale come risultante nella visura camerale; operative e nel pieno e libero esercizio dei propri diritti.
CONTRIBUTO: a fondo perduto, in regime “de minimis”, pari al 50% del totale delle spese ammissibili, e comunque fino ad un importo massimo di euro 10.000,00 per la partecipazione ad ogni Fiera.
DOMANDE: è prevista una sessione unica di presentazione delle domande, per tutte le fiere previste per il 2017 ed indicate nell’Avviso. La compilazione della domanda potrà essere effettuata dal 18 maggio 2017 alle ore 10,00; la presentazione telematica tramite PEC della domanda potrà essere effettuata a partire dal 22 maggio 2017, dalle ore 10,00 e fino al 31 luglio 2017 alle ore 13,00.

 

 


Leggi tutto

LOMBARDIA, 110 milioni per investimenti in ricerca e innovazione: sportello aperto

LOMBARDIA.LINEA.INNVOZANEREGIONE LOMBARDIA vuole promuovere interventi strutturati in un quadro di regole e interventi che valorizzano e sostengono l’intero spettro della ricerca, dello sviluppo e dell’innovazione, così da promuovere ricadute produttive concrete.
CON LA LINEA INNOVAZIONE si vuole incrementare il grado di innovazione del territorio lombardo attraverso il finanziamento di progetti di innovazione, di prodotto o di processo.
ATTRAVERSO FONDI COMUNITARI (POR FESR) si vuole sostenere l’attività di innovazione delle imprese e rafforzare la loro collaborazione con le strutture di ricerca per promuovere nuovi mercati.
RISORSE: la nuova misura mobilita in totale di 110 milioni destinati a imprese piccole, medie e di grandi dimensioni.
Almeno il 70% degli investimenti deve riguardare l’adozione di strumentazioni, attrezzature, ricerca, competenze, brevetti.
CON LA LINEA INNOVAZIONE si va a completare la filiera degli investimenti con cui facilitare l’innovazione delle imprese.
OBIETTIVO: si vuole rendere le condizioni di accesso al credito molto favorevoli (in quasi tutti i casi si avrà un finanziamento a tasso zero) grazie alla presenza dell'agevolazione pubblica, così da poter sostenere progetti fino a 7 milioni di euro.
LINEA INNOVAZIONE: L'iniziativa sostiene gli investimenti per l’innovazione di prodotto o di processo mediante la concessione alle imprese lombarde di un finanziamento abbinato ad un contributo in conto interessi.
FINALITA': finanziamento degli investimenti per l’innovazione prodotto (realizzazione di un nuovo prodotto o miglioramento di un prodotto esistente) o l’innovazione di processo (introduzione di un metodo di produzione o di distribuzione nuovo o sensibilmente migliorato), che siano coerenti con la Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione.
BENEFICIARI: PMI e MID CAP (grandi imprese con meno di 3.000 dipendenti) lombarde operative da almeno 24 mesi.
AGEVOLAZIONE: finanziamento abbinato ad un contributo in conto interessi.  L’Intervento Finanziario si compone di un finanziamento fino al 100% delle spese sostenute e di un contributo in conto interessi fino a 250 bps.
FINANZIAMENTO: Importo: Tra un minimo di € 300.000 e un massimo di € 7.000.000; Copertura: Fino al 100% delle spese sostenute per la realizzazione del Progetto; Tasso di interesse: Pari alla media ponderata dei tassi applicati alle risorse finanziarie messe a disposizione da Finlombarda S.p.A. e dagli intermediari convenzionati; Durata: Compresa tra un minimo di 3 anni e un massimo di 7 anni incluso l’eventuale preammortamento; Modalità di erogazione: tra il 20% e il 70% alla sottoscrizione del contratto di finanziamento, restante quota a saldo a conclusione del Progetto.
CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI: Fino ad un massimo di 250 punti base e comunque non oltre l'eventuale abbattimento totale del tasso.
DOMANDE: online. Sportello aperto fino al momento in cui risulteranno esaurite le risorse stanziate (comprensive di quelle previste per la lista d’attesa) e, comunque, entro e non oltre le ore 12.00 del 31 dicembre 2019.

 

 


Leggi tutto


EMILIA-ROMAGNA: modificato il bando per i contributi ai professionisti per progetti Ict

EMILIA-ROMAGNA, BANDO PROGETTI ICT PER PROFESSIONISTI: modificate i termini per il Bando per i contributi ai professionisti per progetti Ict.
PRINCIPALI MODIFICHE: In particolare viene stabilito di anticipare, secondo il principio di prudenza ed efficienza amministrativa, la chiusura della prima finestra, qualora venissero trasmesse 200 domande prima del 31/5/2017 e di procedere ad una sua eventuale riapertura, in caso di utilizzo parziale delle risorse previste dal bando approvato con la Deliberazione della Giunta regionale n.331/2017; vien stabilito inoltre di procedere comunque alla valutazione delle domande pervenute entro la chiusura dei termini e, nel caso di loro ammissibilità, le stesse, potranno essere ammesse agli aiuti con progressivo scorrimento della graduatoria utilizzando le risorse disponibili;
OBIETTIVI: Il  bando è finalizzato al supporto di soluzioni Ict per le attività delle libere professioni e l’implementazione di servizi e di soluzioni avanzate in grado di incidere significativamente sull’organizzazione interna, sull’applicazione delle conoscenze, sulla gestione degli studi e sulla sicurezza informatica.
BENEFICIARI, il bando è rivolto a:
- Liberi professionisti ordinistici,  titolari di partita Iva, esercitanti attività riservate, iscritti ai sensi dell’art. 2229 del codice civile a Ordini o Collegi professionali e alle rispettive Casse di previdenza, che operano in forma singola, associata o societaria;
- Liberi professionisti non ordinistici titolari di partita Iva, autonomi, operanti in forma singola, o associata di “studi formalmente costituiti“ (esclusa la forma di impresa). . Siano iscritti alla gestione separata Inps previsto dall'art. 2, comma 26 della Legge 335/95, anche appartenenti ad Associazioni professionali riconosciute di cui alla L. n.4/2013
INTERVENTI AMMESSI, I progetti dovranno contribuire a creare opportunità di sviluppo, consolidamento e valorizzazione delle attività libero professionali tramite la realizzazione d’interventi per: - favorire lo sviluppo, la strutturazione delle attività libero professionali e il loro riposizionamento; - facilitare l‘affiancamento dell’attività professionale ai processi di efficientamento della pubblica amministrazione; - incentivare gli investimenti in nuove tecnologie, innovazioni di processo, in tecnologie informatiche; -diffondere la cultura d’impresa, dell’organizzazione e della gestione/valutazione economica dell’attività professionale; - consolidare le realtà professionali attraverso la stabilizzazione del lavoro.
MINIMALE: i progetti per i quali viene presentata domanda di contributo dovranno avere una dimensione minima di investimento pari a complessivi € 15.000,00
CONTRIBUTO:  è concessa nella misura del 40% dell’investimento ritenuto ammissibile fino ad un  massimo di € 25.000,00.
DOMANDE: la domanda di contributo dovrà essere effettuata entro le seguenti scadenze:
-Dal  3 maggio 2017, al 31 maggio 2017.
-Dal 12 settembre 2017, al 10 ottobre 2017.

 

 


Leggi tutto

SICILIA, pubblicato il Bando aiuti all'avviamento di attività imprenditoriali per le attività extra-agricole nelle zone rurali

SICILIA, SOTTOMISURA 6.2: pubblicato il Bando aiuti all'avviamento di attività imprenditoriali per le attività extra-agricole nelle zone rurali.
FINALITA': favorire la crescita socio-economica delle zone rurali, dove vi è una forte dipendenza dal settore primario.
OBIETTIVO: sostenere la creazione di attività extra-agricole, al fine di contrastare lo spopolamento e creare nuove opportunità di lavoro.
BENEFICIARI: gli agricoltori o coadiuvanti familiari, che diversificano la loro attività avviando interventi di tipo extra-agricolo, le persone fisiche , le micro imprese di nuova costituzione.
requisiti: Le condizioni di ammissibilità, nella considerazione che l’attività non deve risultare avviata prima della presentazione della domanda di aiuto, riguardano la costituzione del fascicolo aziendale, anche anagrafico, e la presentazione di un piano aziendale. Non è ammissibile l’acquisizione di attività già esistenti.
IMPORTO MINIMO DEL PROGETTO: importo minimo pari ad € 15.000,00.
AMBITI AMMISSIBILI: produzione di energia da fonti rinnovabili per la vendita; attività turistico-ricettive in ambito rurale; attività di valorizzazione di beni culturali ed ambientali; attività inerenti le TIC, attività informatiche ed elettroniche, e-commerce; servizi per le aziende agricole, per la persona e la popolazione rurale; trasformazione e commercializzazione di prodotti artigianali e industriali che abbiano attinenza con le produzioni agricole.
AIUTO FORFETTARIO: l’aiuto non è direttamente collegato alle operazioni o investimenti che il beneficiario deve realizzare, ma è concesso in modo forfettario quale aiuto alla start–up, ed è legato alla corretta attuazione del piano aziendale per l’avviamento di nuove imprese di tipo esclusivamente extra agricolo.
L’importo dell’aiuto è pari euro 20.000 per beneficiario.
DOMANDE: DAL 12 GIUGNO 2017 AL 31 OTTOBRE 2017.

 

 


Leggi tutto

SICILIA, PO FESR Azione 115, pubblicato in pre-informazione il bando per il Sostegno all’avanzamento tecnologico delle imprese attraverso il finanziamento di linee pilota e azioni di validazione precoce dei prodotti e di dimostrazione su larga scala

SICILIA PO FESR AZIONE 1.1.5SICILIA, PO FESR AZIONE 115, FINALITÀ: agevolare la realizzazione di progetti di investimento in Sicilia finalizzati al sostegno all’avanzamento tecnologico delle imprese attraverso il finanziamento di linee pilota e azioni di validazione precoce dei prodotti e di dimostrazione su larga scala.
OBIETTIVO: finanziare progetti realizzati in partenariato tra imprese ed enti e strutture di ricerca, per lo sviluppo di prototipi e dimostratori, con applicazione a livello industriale delle tecnologie abilitanti chiave.
L’obiettivo sarà perseguito mediante concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale, sulla base di una procedura valutativa a graduatoria. L’investimento oggetto dell’agevolazione dovrà essere realizzato e localizzato nel territorio regionale siciliano.
Gli aiuti saranno concessi per attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.
BENEFICIARI: imprese, in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto1), in partenariato con università, centri od organismi di ricerca pubblici e privati o in alternativa distretti tecnologici regionali.
PROGETTI AMMISSIBILI: Saranno finanziati progetti che prevedano sviluppo di prototipi e dimostratori, nonchè l’applicazione a livello industriale di una o più tecnologie abilitanti chiave (Key Enabling Technologies, KET), negli ambiti tematici di rilevanza strategica regionale: Agroalimentare, Economia del Mare, Energia,Scienze della Vita, Turismo, Cultura e Beni culturali, Smart Cities and Communities. I progetti dovranno prevedere lo sviluppo e la sperimentazione di tecnologie la cui fattibilità (proof of concept) sia già stata precedentemente dimostrata. I progetti dovranno riguardare la validazione della tecnologia in ambiente di laboratorio e la sua dimostrazione in ambiente industriale. I progetti dovranno partire da un livello TRL 3 già acquisito e prevedere di raggiungere almeno il livello TRL 5 al termine del progetto
MASSIMALI D’INVESTIMENTO: Le agevolazioni sono concesse per la realizzazione di progetti il cui costo complessivo non può superare € 4.000.000,00 riferito alle sole spese ammissibili. Nel caso di progetti presentati in forma associata il contributo si distribuirà tra le partecipanti in misura corrispondente alle spese sostenute e tenuto conto delle intensità d’aiuto applicabili.
CONTRIBUTO: in conto capitale del: A) i50 % dei costi ammissibili per la ricerca industriale; B) 25% dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale. L'intensità di aiuto per la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale può essere aumentata fino a un'intensità massima dell'80 %. Le spese ammissibili relative agli organismi di ricerca laddove questi non svolgano attività economica prevalente, sono ammesse a finanziamento fino al 100%.
DOMANDA: dalle ore 12,00 del giorno successivo alla pubblicazione in GURS e sino alle ore 12,00 del 90° giorno dalla pubblicazione.

 

 


Leggi tutto

SICILIA, PO FESR Azione 1.1.3: pubblicato in pre-informazione il bando per il sostegno economico all'innovazione.

SICILIA PO FESR AZIONE 1.1.3FINALITA': sostegno alla valorizzazione economica dell’innovazione attraverso la sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative nei processi, nei prodotti e nelle formule organizzative, nonché attraverso il finanziamento dell’industrializzazione dei risultati della ricerca.
OBIETTIVO:
finanziare progetti realizzati in partenariato tra imprese per il rafforzamento della capacità innovativa con particolare riferimento a: 1) l’avanzamento tecnologico dei prodotti, dei sistemi di produzione, dei sistemi organizzativi delle imprese; 2) la diversificazione produttiva, anche attraverso la contaminazione delle tecnologie e delle loro applicazioni legate anche al design e alla progettazione.
DOTAZIONE FINANZIARIA: 56.062.268,80 euro.
BENEFICIARI: le PMI e le Grandi imprese, in forma associata, costituite come Raggruppamenti temporanei o attraverso contratti di Rete che comprendano almeno 3 imprese di qualsiasi dimensione.
SETTORI AMMISSI: Agroalimentare, Economia del Mare, Energia, Scienza della Vita, Turismo Cultura e beni Culturali, Smart City and Communities.
FINALITA' DEI PROGETTI: Le agevolazioni sono concesse a fronte di progetti aventi le seguenti finalità: 1) l’avanzamento tecnologico dei prodotti, dei sistemi di produzione, dei sistemi organizzativi; 2) la diversificazione produttiva, anche attraverso la contaminazione delle tecnologie e delle loro applicazioni, legate anche al design e alla progettazione. Particolare attenzione verrà posta al tema della promozione e consolidamento delle reti di impresa, nonché all’inserimento di ricercatori con elevati profili tecnico-scientifici nell’ambito dei progetti presentati.
CONTRIBUTO: contributi in conto capitale del 50 % dei costi ammissibili per le PMI, edel 15% dei costi ammissibili le Grandi Imprese soltanto se tali imprese collaborano effettivamente con le PMI nell'ambito dell'attività sovvenzionata e se le PMI coinvolte sostengono almeno il 30 % del totale dei costi ammissibili.
PRE-INFORMAZIONE: in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, si anticipano in pre-informazioni i presenti contenuti solo a scopo informativo e senza valore ufficiale, e  pertanto per la decorrenza dei termini per la presentazione delle istanze occorrerà attendere la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.
DOMANDA:  Le domande devono essere presentate attraverso procedura telematica a partire dalle ore 12,00 del giorno successivo alla pubblicazione in GURS dell' avviso e sino alle ore 12,00 del 60° giorno dalla pubblicazione.

 

 


Leggi tutto

VENETO, pubblicato il bando Artimpresa: contributi per valorizzare in ottica innovativa i mestieri delle lavorazioni artistiche e tradizionali venete.

VENETO ARTIMPRESA: Giotto a bottega da Cimabue - Linea 2 Antichi Mestieri.
FINALITA': La Regione del Veneto intende finanziare percorsi capaci, da una parte, di formare e sostenere una nuova generazione di “maestri d’arte” in grado di proteggere, promuovere, tramandare e innovare il grande patrimonio delle produzioni e delle lavorazioni artistiche e tradizionali venete.
TIPOLOGIE PROGETTUALI: gli interventi progettuali dovranno concentrarsi su uno o più mestieri afferenti alle lavorazioni artistiche e tradizionali: maestri della costruzione di strumenti musicali (liutai, costruttori e accordatori di pianoforti, ecc.); maestri del tessile e della maglieria (sarti, ricamatori, modisti, feltrista, ricamatrice, ecc.), nonché del merletto; tappezzieri e seggiolai; maestri della calzatura e della pelletteria (stilista, modellista di calzature, selezionatore delle pelli, tagliatore di tomaie, orlatore, montatore, finitore, calzolaio, ecc); vetrai; ceramisti; orefici e argentieri; corniciai; maestri della lavorazione dei metalli (ferro battuto, rame, bronzo,ottone) – (ramaio, fabbro, ecc.); maestri del mobile d’arte, nonché falegnami/carpentieri; maestri del marmo e della pietra (scalpellino, ecc.); maestri dell’arte grafica tipografica e rilegatura d'arte; ecc.
INCENTIVI ALL'ASSUNZIONE: con il fine di facilitare l’inserimento occupazionale dei destinatari nei settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali venete, l’iniziativa prevede, per le imprese coinvolte nei progetti, la possibilità di richiedere incentivi all’assunzione dei destinatari.
CONTRIBUTI: inoltre, per promuovere l’avvio di nuove imprese o il rilancio e l’innovazione di imprese già esistenti, l’iniziativa prevede la possibilità di richiedere il riconoscimento di spese a valere sul FESR.
DESTINATARI: soggetti svantaggiati; disoccupati; le persone inattive; titolari di un diploma di istruzione primaria o di istruzione secondaria inferiore; titolari di un diploma di insegnamento secondario superiore o di un diploma di istruzione post secondaria; titolari di un diploma di istruzione terziaria; lavoratori occupati presso imprese operanti in unità localizzate sul territorio regionale con modalità contrattuali previste dalla normativa vigente; titolari d’impresa, coadiuvanti d’impresa, lavoratori autonomi. 
I destinatari devono essere residenti o domiciliati sul territorio regionale veneto.
PROPONENTI: I soggetti iscritti nell'elenco regionale degli organismi di formazione accreditati per l'ambito della Formazione Superiore, e i soggetti non iscritti nel predetto elenco, purché abbiano già presentato istanza di accreditamento per il medesimo ambito.
DOMANDE 31 ottobre 2017

 

 


Leggi tutto

ISMEA: prorogato il bando nazionale 2017 per l'insediamento di giovani in agricoltura insediati nei comuni colpiti dagli eventi sismici DEL 2016.

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGAISMEA INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA: PROROGATO AL 29 SETTEMBRE 2017 IL BANDO 2017 LIMITATAMENTE AL LOTTO 3.
Si tratta del bando Ismea da 65 milioni per il primo insediamento di giovani in agricoltura relativo ai giovani insediati nei comuni colpiti dal sisma del 26 e del 30 ottobre 2016 e dal sisma del 24 agosto 2016.
FINALITA': l’Ismea intende incentivare sull’intero territorio nazionale l’insediamento di giovani in agricoltura con la finalita' di agevolare i giovani con un'età compresa tra i 18 e i 40 anni che intendono acquistare un'azienda agricola con la concessione di mutui a tasso agevolato.
OBIETTIVO:sostenere le operazioni fondiarie riservate ai giovani che si insediano per la prima volta in aziende agricole in qualità di capo azienda, mediante l’erogazione di un contributo in conto interessi.
AGEVOLAZIONE: Contributo in conto interessi nella misura massima di Euro 70.000,00.
MASSIMALE DEL CONTRIBUTO: l’ammontare massimo dell'aiuto non potrà essere superiore a 70.000 euro.
FINANZIAMENTO: Le operazioni fondiarie del presente Bando si realizzano attraverso l’acquisto a cancello aperto (con esclusione quindi delle scorte vive e morte) della struttura fondiaria agricola e la sua successiva vendita, con patto di riservato dominio.
MASSIMALE DEL FINANZIAMENTO : l’importo richiesto per l’operazione deve essere compreso tra 250.000 euro (soglia minima) e 2.000.000 di euro (soglia massima). Le agevolazioni previste dal presente Bando possono essere richieste anche nel caso in cui l’operazione fondiaria abbia un valore di stima superiore a 2.000.000 di euro.
DURATA FINANZIAMENTO: La durata varia dai 15 ai 30 anni.
DOMANDE: scadenza 29 settembre 2017.

 

 


Leggi tutto


ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI RICERCA CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI





 

 

 

 


VANTAGGI PRINCIPALI DELL'ABBONAMENTO
  • Monitoraggio costante personalizzato per le vostre esigenze
  • Informazione immediata di tutte le nuove opportunità
  • Appuntamenti gratuiti in numero illimitato per consulenza professionale
  • Esecuzione pratiche di richiesta contributi e finanziamenti agevoltati senza corrispondere nessun acconto
  • Pagamento delle competenze solo ad approvazione della richiesta e incasso delle somme erogate.
IL SERVIZIO IN ABBONAMENTO E' DISPONIBILE PER TUTTE LE REGIONI ITALIANE


 



SEI UN PROFESSIONISTA O UN CONSULENTE INTERESSATO ALLA FINANZA AGEVOLATA?
TI PIACEREBBE INTRAPRENDERE SUBITO UN'ATTIVITA' PRESTIGIOSA E MOLTO REDDITIZIA?

AFFILIATI A ITALIA CONTRIBUTI
NON OCCORRE ALCUNA ISCRIZIONE IN ALBI O ELENCHI
SERVE SOLO MOLTA SERIETA' PROFESSIONALE E A TUTTO IL RESTO PENSIAMO NOI
ANCHE AD INVIARVI I CLIENTI


SCOPRI I VANTAGGI DELL'AFFILIAZIONE IN FRANCHISING


_____________________________________________________

 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
(TM) ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO DEPOSITATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione 

Per informazioni scrivete a: info@italiacontributi.it

__________________________________________________________________________________________
Non hai chiesto tu l'iscrizione o non sei interessato a questa newsletter?
Cancella la tua iscrizione
Se la cancellazione automatica non dovesse funzionare, invia un'email con oggetto "CANCELLA" direttamente a: info@italiacontributi.it
Questa è un'email automatica, si prega di non rispondere.

 

lunedì 22 maggio 2017

EMILIA-ROMAGNA: modifiche al bando contributi ai professionisti per progetti Ict. -VENETO, nuovo bando Artimpresa: ISMEA: prorogato il bando nazionale 2017 insediamento giovani in agricoltura.- SICILIA, bando sostegno economico all'innovazione.

Informazioni

Appuntamenti

Spett. Andsoforever Droponsardegna, 
Vi inviamo la newsletter con le ultime novità in materia di agevolazioni finanziarie per le imprese.
Non esitate a contattarci per informazioni.

Chiedi Informazioni



EMILIA-ROMAGNA: modificato il bando per i contributi ai professionisti per progetti Ict

EMILIA-ROMAGNA, BANDO PROGETTI ICT PER PROFESSIONISTI: modificate i termini per il Bando per i contributi ai professionisti per progetti Ict.
PRINCIPALI MODIFICHE: In particolare viene stabilito di anticipare, secondo il principio di prudenza ed efficienza amministrativa, la chiusura della prima finestra, qualora venissero trasmesse 200 domande prima del 31/5/2017 e di procedere ad una sua eventuale riapertura, in caso di utilizzo parziale delle risorse previste dal bando approvato con la Deliberazione della Giunta regionale n.331/2017; vien stabilito inoltre di procedere comunque alla valutazione delle domande pervenute entro la chiusura dei termini e, nel caso di loro ammissibilità, le stesse, potranno essere ammesse agli aiuti con progressivo scorrimento della graduatoria utilizzando le risorse disponibili;
OBIETTIVI: Il  bando è finalizzato al supporto di soluzioni Ict per le attività delle libere professioni e l’implementazione di servizi e di soluzioni avanzate in grado di incidere significativamente sull’organizzazione interna, sull’applicazione delle conoscenze, sulla gestione degli studi e sulla sicurezza informatica.
BENEFICIARI, il bando è rivolto a:
- Liberi professionisti ordinistici,  titolari di partita Iva, esercitanti attività riservate, iscritti ai sensi dell’art. 2229 del codice civile a Ordini o Collegi professionali e alle rispettive Casse di previdenza, che operano in forma singola, associata o societaria;
- Liberi professionisti non ordinistici titolari di partita Iva, autonomi, operanti in forma singola, o associata di “studi formalmente costituiti“ (esclusa la forma di impresa). . Siano iscritti alla gestione separata Inps previsto dall'art. 2, comma 26 della Legge 335/95, anche appartenenti ad Associazioni professionali riconosciute di cui alla L. n.4/2013
INTERVENTI AMMESSI, I progetti dovranno contribuire a creare opportunità di sviluppo, consolidamento e valorizzazione delle attività libero professionali tramite la realizzazione d’interventi per: - favorire lo sviluppo, la strutturazione delle attività libero professionali e il loro riposizionamento; - facilitare l‘affiancamento dell’attività professionale ai processi di efficientamento della pubblica amministrazione; - incentivare gli investimenti in nuove tecnologie, innovazioni di processo, in tecnologie informatiche; -diffondere la cultura d’impresa, dell’organizzazione e della gestione/valutazione economica dell’attività professionale; - consolidare le realtà professionali attraverso la stabilizzazione del lavoro.
MINIMALE: i progetti per i quali viene presentata domanda di contributo dovranno avere una dimensione minima di investimento pari a complessivi € 15.000,00
CONTRIBUTO:  è concessa nella misura del 40% dell’investimento ritenuto ammissibile fino ad un  massimo di € 25.000,00.
DOMANDE: la domanda di contributo dovrà essere effettuata entro le seguenti scadenze:
-Dal  3 maggio 2017, al 31 maggio 2017.
-Dal 12 settembre 2017, al 10 ottobre 2017.

 

 


Leggi tutto

SICILIA, pubblicato il Bando aiuti all'avviamento di attività imprenditoriali per le attività extra-agricole nelle zone rurali

SICILIA, SOTTOMISURA 6.2: pubblicato il Bando aiuti all'avviamento di attività imprenditoriali per le attività extra-agricole nelle zone rurali.
FINALITA': favorire la crescita socio-economica delle zone rurali, dove vi è una forte dipendenza dal settore primario.
OBIETTIVO: sostenere la creazione di attività extra-agricole, al fine di contrastare lo spopolamento e creare nuove opportunità di lavoro.
BENEFICIARI: gli agricoltori o coadiuvanti familiari, che diversificano la loro attività avviando interventi di tipo extra-agricolo, le persone fisiche , le micro imprese di nuova costituzione.
requisiti: Le condizioni di ammissibilità, nella considerazione che l’attività non deve risultare avviata prima della presentazione della domanda di aiuto, riguardano la costituzione del fascicolo aziendale, anche anagrafico, e la presentazione di un piano aziendale. Non è ammissibile l’acquisizione di attività già esistenti.
IMPORTO MINIMO DEL PROGETTO: importo minimo pari ad € 15.000,00.
AMBITI AMMISSIBILI: produzione di energia da fonti rinnovabili per la vendita; attività turistico-ricettive in ambito rurale; attività di valorizzazione di beni culturali ed ambientali; attività inerenti le TIC, attività informatiche ed elettroniche, e-commerce; servizi per le aziende agricole, per la persona e la popolazione rurale; trasformazione e commercializzazione di prodotti artigianali e industriali che abbiano attinenza con le produzioni agricole.
AIUTO FORFETTARIO: l’aiuto non è direttamente collegato alle operazioni o investimenti che il beneficiario deve realizzare, ma è concesso in modo forfettario quale aiuto alla start–up, ed è legato alla corretta attuazione del piano aziendale per l’avviamento di nuove imprese di tipo esclusivamente extra agricolo.
L’importo dell’aiuto è pari euro 20.000 per beneficiario.
DOMANDE: DAL 12 GIUGNO 2017 AL 31 OTTOBRE 2017.

 

 


Leggi tutto

SICILIA, PO FESR Azione 115, pubblicato in pre-informazione il bando per il Sostegno all’avanzamento tecnologico delle imprese attraverso il finanziamento di linee pilota e azioni di validazione precoce dei prodotti e di dimostrazione su larga scala

SICILIA PO FESR AZIONE 1.1.5SICILIA, PO FESR AZIONE 115, FINALITÀ: agevolare la realizzazione di progetti di investimento in Sicilia finalizzati al sostegno all’avanzamento tecnologico delle imprese attraverso il finanziamento di linee pilota e azioni di validazione precoce dei prodotti e di dimostrazione su larga scala.
OBIETTIVO: finanziare progetti realizzati in partenariato tra imprese ed enti e strutture di ricerca, per lo sviluppo di prototipi e dimostratori, con applicazione a livello industriale delle tecnologie abilitanti chiave.
L’obiettivo sarà perseguito mediante concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale, sulla base di una procedura valutativa a graduatoria. L’investimento oggetto dell’agevolazione dovrà essere realizzato e localizzato nel territorio regionale siciliano.
Gli aiuti saranno concessi per attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.
BENEFICIARI: imprese, in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto1), in partenariato con università, centri od organismi di ricerca pubblici e privati o in alternativa distretti tecnologici regionali.
PROGETTI AMMISSIBILI: Saranno finanziati progetti che prevedano sviluppo di prototipi e dimostratori, nonchè l’applicazione a livello industriale di una o più tecnologie abilitanti chiave (Key Enabling Technologies, KET), negli ambiti tematici di rilevanza strategica regionale: Agroalimentare, Economia del Mare, Energia,Scienze della Vita, Turismo, Cultura e Beni culturali, Smart Cities and Communities. I progetti dovranno prevedere lo sviluppo e la sperimentazione di tecnologie la cui fattibilità (proof of concept) sia già stata precedentemente dimostrata. I progetti dovranno riguardare la validazione della tecnologia in ambiente di laboratorio e la sua dimostrazione in ambiente industriale. I progetti dovranno partire da un livello TRL 3 già acquisito e prevedere di raggiungere almeno il livello TRL 5 al termine del progetto
MASSIMALI D’INVESTIMENTO: Le agevolazioni sono concesse per la realizzazione di progetti il cui costo complessivo non può superare € 4.000.000,00 riferito alle sole spese ammissibili. Nel caso di progetti presentati in forma associata il contributo si distribuirà tra le partecipanti in misura corrispondente alle spese sostenute e tenuto conto delle intensità d’aiuto applicabili.
CONTRIBUTO: in conto capitale del: A) i50 % dei costi ammissibili per la ricerca industriale; B) 25% dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale. L'intensità di aiuto per la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale può essere aumentata fino a un'intensità massima dell'80 %. Le spese ammissibili relative agli organismi di ricerca laddove questi non svolgano attività economica prevalente, sono ammesse a finanziamento fino al 100%.
DOMANDA: dalle ore 12,00 del giorno successivo alla pubblicazione in GURS e sino alle ore 12,00 del 90° giorno dalla pubblicazione.

 

 


Leggi tutto

SICILIA, PO FESR Azione 1.1.3: pubblicato in pre-informazione il bando per il sostegno economico all'innovazione.

SICILIA PO FESR AZIONE 1.1.3FINALITA': sostegno alla valorizzazione economica dell’innovazione attraverso la sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative nei processi, nei prodotti e nelle formule organizzative, nonché attraverso il finanziamento dell’industrializzazione dei risultati della ricerca.
OBIETTIVO:
finanziare progetti realizzati in partenariato tra imprese per il rafforzamento della capacità innovativa con particolare riferimento a: 1) l’avanzamento tecnologico dei prodotti, dei sistemi di produzione, dei sistemi organizzativi delle imprese; 2) la diversificazione produttiva, anche attraverso la contaminazione delle tecnologie e delle loro applicazioni legate anche al design e alla progettazione.
DOTAZIONE FINANZIARIA: 56.062.268,80 euro.
BENEFICIARI: le PMI e le Grandi imprese, in forma associata, costituite come Raggruppamenti temporanei o attraverso contratti di Rete che comprendano almeno 3 imprese di qualsiasi dimensione.
SETTORI AMMISSI: Agroalimentare, Economia del Mare, Energia, Scienza della Vita, Turismo Cultura e beni Culturali, Smart City and Communities.
FINALITA' DEI PROGETTI: Le agevolazioni sono concesse a fronte di progetti aventi le seguenti finalità: 1) l’avanzamento tecnologico dei prodotti, dei sistemi di produzione, dei sistemi organizzativi; 2) la diversificazione produttiva, anche attraverso la contaminazione delle tecnologie e delle loro applicazioni, legate anche al design e alla progettazione. Particolare attenzione verrà posta al tema della promozione e consolidamento delle reti di impresa, nonché all’inserimento di ricercatori con elevati profili tecnico-scientifici nell’ambito dei progetti presentati.
CONTRIBUTO: contributi in conto capitale del 50 % dei costi ammissibili per le PMI, edel 15% dei costi ammissibili le Grandi Imprese soltanto se tali imprese collaborano effettivamente con le PMI nell'ambito dell'attività sovvenzionata e se le PMI coinvolte sostengono almeno il 30 % del totale dei costi ammissibili.
PRE-INFORMAZIONE: in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, si anticipano in pre-informazioni i presenti contenuti solo a scopo informativo e senza valore ufficiale, e  pertanto per la decorrenza dei termini per la presentazione delle istanze occorrerà attendere la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.
DOMANDA:  Le domande devono essere presentate attraverso procedura telematica a partire dalle ore 12,00 del giorno successivo alla pubblicazione in GURS dell' avviso e sino alle ore 12,00 del 60° giorno dalla pubblicazione.

 

 


Leggi tutto

VENETO, pubblicato il bando Artimpresa: contributi per valorizzare in ottica innovativa i mestieri delle lavorazioni artistiche e tradizionali venete.

VENETO ARTIMPRESA: Giotto a bottega da Cimabue - Linea 2 Antichi Mestieri.
FINALITA': La Regione del Veneto intende finanziare percorsi capaci, da una parte, di formare e sostenere una nuova generazione di “maestri d’arte” in grado di proteggere, promuovere, tramandare e innovare il grande patrimonio delle produzioni e delle lavorazioni artistiche e tradizionali venete.
TIPOLOGIE PROGETTUALI: gli interventi progettuali dovranno concentrarsi su uno o più mestieri afferenti alle lavorazioni artistiche e tradizionali: maestri della costruzione di strumenti musicali (liutai, costruttori e accordatori di pianoforti, ecc.); maestri del tessile e della maglieria (sarti, ricamatori, modisti, feltrista, ricamatrice, ecc.), nonché del merletto; tappezzieri e seggiolai; maestri della calzatura e della pelletteria (stilista, modellista di calzature, selezionatore delle pelli, tagliatore di tomaie, orlatore, montatore, finitore, calzolaio, ecc); vetrai; ceramisti; orefici e argentieri; corniciai; maestri della lavorazione dei metalli (ferro battuto, rame, bronzo,ottone) – (ramaio, fabbro, ecc.); maestri del mobile d’arte, nonché falegnami/carpentieri; maestri del marmo e della pietra (scalpellino, ecc.); maestri dell’arte grafica tipografica e rilegatura d'arte; ecc.
INCENTIVI ALL'ASSUNZIONE: con il fine di facilitare l’inserimento occupazionale dei destinatari nei settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali venete, l’iniziativa prevede, per le imprese coinvolte nei progetti, la possibilità di richiedere incentivi all’assunzione dei destinatari.
CONTRIBUTI: inoltre, per promuovere l’avvio di nuove imprese o il rilancio e l’innovazione di imprese già esistenti, l’iniziativa prevede la possibilità di richiedere il riconoscimento di spese a valere sul FESR.
DESTINATARI: soggetti svantaggiati; disoccupati; le persone inattive; titolari di un diploma di istruzione primaria o di istruzione secondaria inferiore; titolari di un diploma di insegnamento secondario superiore o di un diploma di istruzione post secondaria; titolari di un diploma di istruzione terziaria; lavoratori occupati presso imprese operanti in unità localizzate sul territorio regionale con modalità contrattuali previste dalla normativa vigente; titolari d’impresa, coadiuvanti d’impresa, lavoratori autonomi. 
I destinatari devono essere residenti o domiciliati sul territorio regionale veneto.
PROPONENTI: I soggetti iscritti nell'elenco regionale degli organismi di formazione accreditati per l'ambito della Formazione Superiore, e i soggetti non iscritti nel predetto elenco, purché abbiano già presentato istanza di accreditamento per il medesimo ambito.
DOMANDE 31 ottobre 2017

 

 


Leggi tutto

ISMEA: prorogato il bando nazionale 2017 per l'insediamento di giovani in agricoltura insediati nei comuni colpiti dagli eventi sismici DEL 2016.

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGAISMEA INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA: PROROGATO AL 29 SETTEMBRE 2017 IL BANDO 2017 LIMITATAMENTE AL LOTTO 3.
Si tratta del bando Ismea da 65 milioni per il primo insediamento di giovani in agricoltura relativo ai giovani insediati nei comuni colpiti dal sisma del 26 e del 30 ottobre 2016 e dal sisma del 24 agosto 2016.
FINALITA': l’Ismea intende incentivare sull’intero territorio nazionale l’insediamento di giovani in agricoltura con la finalita' di agevolare i giovani con un'età compresa tra i 18 e i 40 anni che intendono acquistare un'azienda agricola con la concessione di mutui a tasso agevolato.
OBIETTIVO:sostenere le operazioni fondiarie riservate ai giovani che si insediano per la prima volta in aziende agricole in qualità di capo azienda, mediante l’erogazione di un contributo in conto interessi.
AGEVOLAZIONE: Contributo in conto interessi nella misura massima di Euro 70.000,00.
MASSIMALE DEL CONTRIBUTO: l’ammontare massimo dell'aiuto non potrà essere superiore a 70.000 euro.
FINANZIAMENTO: Le operazioni fondiarie del presente Bando si realizzano attraverso l’acquisto a cancello aperto (con esclusione quindi delle scorte vive e morte) della struttura fondiaria agricola e la sua successiva vendita, con patto di riservato dominio.
MASSIMALE DEL FINANZIAMENTO : l’importo richiesto per l’operazione deve essere compreso tra 250.000 euro (soglia minima) e 2.000.000 di euro (soglia massima). Le agevolazioni previste dal presente Bando possono essere richieste anche nel caso in cui l’operazione fondiaria abbia un valore di stima superiore a 2.000.000 di euro.
DURATA FINANZIAMENTO: La durata varia dai 15 ai 30 anni.
DOMANDE: scadenza 29 settembre 2017.

 

 


Leggi tutto



FRIULI VENEZIA GIULIA: modificato il bando Area di crisi dell'Isontino. Scadenza 15 giugno 2017

FRIULI VENEZIA GIULIA; modificato il bando Area di crisi dell'Isontino. Si tratta di interventi di sostegno ad aree territoriali colpite da crisi diffusa delle attività produttive, finalizzati alla mitigazione degli effetti delle transizioni industriali sugli individui e sulle imprese.
FINALITA': contributi a fondo perduto concessi alle piccole e medie imprese localizzate nelle aree territoriali colpite da crisi diffusa o di nuovo insediamento in tali aree, al fine di recuperare la competitività del tessuto produttivo, salvaguardare il livello occupazionale delle imprese e migliorare l'attrattività del territorio.
BENEFICIARI: le micro, piccole e medie imprese già localizzate o di nuovo insediamento nell’Area di crisi dell’Isontino. Rientrano nell’area i seguenti comuni: Capriva del Friuli, Farra d’Isonzo, Fogliano Redipuglia, Gorizia, Gradisca d’Isonzo, Grado, Monfalcone, Moraro, Mossa, Romans d’Isonzo, Ronchi dei Legionari, Sagrado, San Canzian d’Isonzo, San Lorenzo Isontino, San Pier d’Isonzo, Savogna d’Isonzo, Staranzano, Turriaco, Villesse.
PROGETTI AMMISSIBILI: gli interventi nell’Area di crisi dell’Isontino finalizzati ad attrarre nuovi investimenti e ad accompagnare il riposizionamento competitivo delle imprese già insediate, al fine di dare attuazione ad un progetto unitario di rilancio delle attività produttive del settore manifatturiero.
INIZIATIVE AMMESSE: Le finalità sono perseguite attraverso le seguenti iniziative:
a) investimenti nel settore della nautica da diporto e nel suo indotto;
b) consulenze a favore delle PMI industriali.
SPESA MINIMA: limite minimo di spesa del programma di investimento € 10.000,00.
LIMITE MASSIMO DI CONTRIBUTO CONCEDIBILE: € 200.000 nell’arco di tre esercizi finanziari se progetto finanziato ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 e €100.000 in caso di impresa unica che opera nel trasporto di merci su strada per conto terzi.
DOMANDE dal 10 maggio 2017 fino al 15 giugno 2017

 

 


Leggi tutto

SARDEGNA, ecco il bando per gli aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per attività extra-agricole nelle zone rurali, Sottomisura 6.2.

SARDEGNA PSR sottomisura 6.2SARDEGNA, PSR 2014-2020, Sottomisura 6.2.bando aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per attività extra-agricole nelle zone rurali.
FINALITÀ: sostenere con un aiuto forfettario la nascita di micro e piccole imprese che hanno come oggetto della propria attività lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi nell’ambito dei settori di diversificazione chiave ed emergenti dell’economia rurale.
BENEFICIARI:Beneficiari del sostegno sono le persone fisiche (singole o associate) che intendono avviare una nuova micro o piccola impresa nelle aree rurali della Sardegna (aree B, C e D) per svolgere attività extra-agricole nei settori chiave di diversificazione dello sviluppo rurale.
CONTRIBUTO: il sostegno è concesso sotto forma di aiuto forfettario per l’avvio di una nuova micro o piccola impresa ed è fissato in euro 50.000,00.
TERRITORIALITA': la sottomisura 6.2 si applica in tutti i territori della Sardegna individuati come aree rurali (aree B, C e D).
SETTORI AMMESSI: il sostegno è concesso per l’avvio di attività ricadenti in uno o più dei seguenti settori di diversificazione: - Bioeconomia; · Ambiente e green economy; · Riduzione degli impatti dei cambiamenti climatici sul territorio; · Creatività, cultura e turismo rurale; · Enable local community; · Artigianato innovativo; · Servizi tic; · Servizi sociali ad alta sostenibilità economica.
SPESE AMMESSE: il sostegno è concesso sotto forma di premio forfettario per l’avviamento dell’impresa.
Trattandosi di un aiuto forfettario, non è prevista la rendicontazione delle spese sostenute per l’attuazione del Piano Aziendale.

 

 


Leggi tutto

SARDEGNA: nuovo bando per sostegno a investimenti nelle aziende agricole per la diversificazione e sviluppo di attivita’ extraagricole. Intervento 6.4.1.

SARDEGNA SOSTEGNO PSR AZIONE 6.4.1SARDEGNA, PSR 2014-2020, TIPO DI INTERVENTO 6.4.1: sostegno a investimenti nelle aziende agricole per la diversificazione e sviluppo di attivita’ extraagricole.
FINALITA': finanziare le imprese agricole che intendono realizzare investimenti (materiali e immateriali) finalizzati a diversificare l’attività agricola principale verso attività collegate e complementari (multifunzionalità) che consentano all’impresa stessa di integrare il reddito aziendale anche con un coinvolgimento diretto dei membri della famiglia rurale come soggetti imprenditoriali.
BENEFICIARI: gli imprenditori agricoli.
CONTRIBUTO: contributo in conto capitale nella percentuale del 50% della spesa ammessa a finanziamento.
SPESA AMMESSA: non può essere superiore a €. 400.000,00.
CONTRIBUTO MASSIMO: importo massimo di contributo pubblico concedibile per beneficiario è fissato in €. 200.000,00.
INTERVENTI AMMISSIBILI:
1. Investimenti per la creazione e lo sviluppo dell’ospitalità agrituristica ivi compreso l’agricampeggio.
2. Investimenti per la realizzazione di piccoli impianti aziendali di trasformazione e/o di spazi
attrezzati per la vendita di prodotti aziendali non compresi nell’Allegato I del Trattato.
3. Investimenti per la realizzazione di spazi aziendali attrezzati per il turismo a cavallo o con gli asini, compresi quelli per il ricovero, la cura e l’addestramento degli animali, con esclusione di quelli volti ad attività di addestramento ai fini sportivi.
4. Investimenti per la realizzazione di spazi aziendali attrezzati per lo svolgimento di attività
didattiche e/o sociali in fattoria.
5. Investimenti per la riqualificazione delle strutture e del contesto paesaggistico nelle aziende agricole che offrono servizi agrituristici e/o didattici e/o sociali.
DOMANDE: la presentazione delle domande di sostegno potrà avvenire nel periodo compreso tra le ore 10,00 del 14 settembre e le ore 13,00 del 27 ottobre 2017.

 


Leggi tutto

SICILIA, PO FESR Azione 1.1.2: Sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese.

SICILIA PO FESR AZIONE 1.1.2SICILIA, PO FESR Azione 1.1.2: Sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese.
FINALITÀ: agevolare la realizzazione di progetti di investimento finalizzati al sostegno all’acquisizione di competenze da parte delle imprese che permettano l’avvio e il consolidamento di un percorso di innovazione, attraverso progetti di investimento in innovazione di prodotto/servizio, di processo, organizzativa e commerciale, da attuare anche attraverso progetti di rete, anche mediante il finanziamento di costi di brevettazione di idee innovative, i costi connessi alla prototipazione, i costi connessi allo sviluppo delle competenze digitali (e-skills).
OBIETTIVO: favorire la nascita e il radicamento territoriale di un tessuto produttivo “innovation based”, attraverso l’organizzazione e la messa a disposizione di un sistema di servizi riguardanti lo sviluppo fisico, organizzativo e commerciale delle piccole e medie imprese regionali, mediante concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale, sulla base di una procedura valutativa a sportello.
DOTAZIONE FINANZIARIA: 28.031.133,40 euro.
BENEFICIARI: Micro, Piccole e Medie Imprese, in forma singola o associata con altre imprese a prescindere dalla classe dimensionale di appartenenza, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto) o Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto).
PROGETTI AMMISSIBILI: Agroalimentare, Economia del Mare, Energia, Scienza della Vita, Turismo Cultura e Beni Culturali, Smart Cities and Communities.
MASSIMALI D’INVESTIMENTO: non è prevista una soglia massima di investimento.
CONTRIBUTO: l'intensità di aiuto non supera il 50% dei costi ammissibili; con riferimento ai servizi di consulenza e di sostegno all'innovazione, l'intensità di aiuto è pari al 100 % dei costi ammissibili, a condizione che l'importo totale degli aiuti per tali servizi non superi 200 000 EUR per beneficiario su un periodo di tre anni.
CONTRIBUTO MASSIMO CONCEDIBILE: per impresa e per progetto pari a 100.000 euro.
DOMANDE:Le domande devono essere inviate a partire dalle ore 12,00 dal quarantesimo giorno e sino alle ore 12,00 del sessantesimo giorno dalla pubblicazione sulla GURS .

 

 


Leggi tutto

SICILIA: approvato in pre-informazione l'avviso pubblico relativo all’Azione 3.5.1_01 del PO: “Aiuti alle imprese in fase di avviamento- Bando a sportello in esenzione”.

SICILIA AZIONE 3.5.1 01 DEL PO FESR 2014 2020SICILIA: approvato in pre-informazione l'avviso pubblico relativo all’Azione 3.5.1_01 del PO: “Aiuti alle imprese in fase di avviamento- Bando a sportello in esenzione”.
FINALITÀ: Agevolare la realizzazione di progetti di investimento in Sicilia in attuazione dell’Asse 3 Azione 3.5.1 del POR FESR Sicilia 2014/2020
OBIETTIVO: sostenere i nuovi soggetti e le nuove idee favorendo la creazione di imprese e quindi un’occupazione stabile, che possano portare linfa e nuove prospettive al tessuto produttivo siciliano, incoraggiando così il talento imprenditoriale e l’interesse verso chi intraprende percorsi virtuosi e innovativi. Il predetto obiettivo verrà attuato mediante concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale alle piccole imprese in fase di avviamento, sulla base di una procedura valutativa a sportello.
SETTORI AMMESSI: Si punta ad agevolare nuove imprese prevalentemente negli ambiti tematici identificati dalla Strategia Regionale dell’Innovazione per la Specializzazione Intelligente, tenendo conto sempre dei valori e delle potenzialità espresse dal territorio di riferimento. Sarà inoltre sostenuto l’avvio di nuove imprese nei settori manifatturieri e nei settori emergenti collegati alla sfida europea, quali quelli della creazione e della cultura, delle nuove forme di turismo, dei servizi innovativi che riflettono le nuove esigenze sociali o i prodotti e i servizi collegati all’invecchiamento della popolazione, alle cure sanitarie, all’ecoinnovazione, all’economia a bassa intensità di carbonio ( incluso il riciclaggio dei rifiuti).
BENEFICIARI: Piccole Imprese in fase di avviamento, secondo la definizione prevista dall’art. 22, comma 2, del regolamento 651/2014, ovvero piccole imprese non quotate fino a cinque anni dalla loro iscrizione al registro delle imprese che non hanno ancora distribuito utili e che non siano state costituite a seguito di fusione.
INVESTIMENTO: minimo 250.000,00 euro. Per quanto riguarda le imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi, il contributo non sarà superiore a 100.000,00 euro.
SPESE AMMISSIBILI: spese per investimenti materiali quali opere murarie, il cui importo non può superare il 40% della spesa totale ammissibile; impianti, macchinari e attrezzature; servizi di consulenza entro il limite 50% dei costi ammissibili fino a max € 15.000,00.
CONTRIBUTO: Gli aiuti sono concessi sulla base di quanto previsto all’Art. 22 del Reg. 651/2014 e nella forma di contributi in conto capitale fino a una misura massima pari al 80 % della spesa ritenuta ammissibile a seguito di valutazione L’importo massimo dell’aiuto concedibile è pari a € 800.000,00 (ottocentomila).
DOMANDE: Si precisa che la predetta pubblicazione viene effettuata solo a scopo informativo, pertanto gli effetti giuridici del predetto avviso decorreranno dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

 

 


Leggi tutto

SICILIA: contributi De Minimis alle imprese in fase di avviamento procedura valutativa a sportello.

SICILIA AZIONE 3.5.1 2 DEL PO FESR 2014 2020SICILIA: approvato in pre-informazione l'avviso pubblico relativo all'azione 3.5.1-2 del PO FESR 2014/2020 (Aiuti de minimis). Si tratta del bando che concede contributi De Minimis alle imprese in fase di avviamento procedura valutativa a sportello.
FINALITÀ: agevolare la realizzazione di progetti di investimento con aiuti in “de minimis”, per favorire la nascita di piccole imprese attraverso incentivi diretti finalizzati all'acquisizione di attivi materiali e immateriali.
OBIETTIVO: sostenere i nuovi soggetti e le nuove idee favorendo la creazione di imprese e quindi un’occupazione stabile, che possano portare linfa e nuove prospettive al tessuto produttivo siciliano, incoraggiando così il talento imprenditoriale e l’interesse verso chi intraprende percorsi virtuosi e innovativi. Il predetto obiettivo verrà attuato mediante concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale alle piccole imprese in fase di avviamento, sulla base di una procedura valutativa a sportello.
SETTORI AMMESSI: Si punta ad agevolare nuove imprese prevalentemente negli ambiti tematici identificati dalla Strategia Regionale dell’Innovazione per la Specializzazione Intelligente, tenendo conto sempre dei valori e delle potenzialità espresse dal territorio di riferimento. Sarà inoltre sostenuto l’avvio di nuove imprese nei settori manifatturieri e nei settori emergenti collegati alla sfida europea, quali quelli della creazione e della cultura, delle nuove forme di turismo, dei servizi innovativi che riflettono le nuove esigenze sociali o i prodotti e i servizi collegati all’invecchiamento della popolazione, alle cure sanitarie, all’ecoinnovazione, all’economia a bassa intensità di carbonio ( incluso il riciclaggio dei rifiuti).
BENEFICIARI: a. Piccole Imprese, in fase di avviamento sotto forma di impresa singola o sotto forma di “impresa unica”. Le imprese ammissibili sono le piccole imprese non quotate fino a cinque anni dalla loro iscrizione al registro delle imprese, che non hanno ancora distribuito utili e che non sono state costituite a seguito di fusione.
INVESTIMENTO: minimo 30.000,00 euro e massimo 250.000,00 euro. Per quanto riguarda le imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi, il contributo non sarà superiore a 100.000,00 euro.
SPESE AMMISSIBILI: opere edili di ristrutturazione su edifici già esistenti, impianti, macchinari, attrezzature, software, servizi ecommerce, servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione.
CONTRIBUTO: gli aiuti sono concessi sulla base di quanto previsto dal regime “de minimis” e nella forma di contributi in conto capitale fino a una misura massima pari al 75% della spesa ammissibile.
DOMANDE: Si precisa che la predetta pubblicazione viene effettuata solo a scopo informativo, pertanto gli effetti giuridici del predetto avviso decorreranno dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

 

 


Leggi tutto

INTERREG IPA CBC ITALIA-ALBANIA-MONTENEGRO, prorogata al 30 maggio 2017 la prima call.

INTERREG IPA CBC ITALIA-ALBANIA-MONTENEGRO, prorogata al 30 maggio 2017 la prima call.

NTERREG IPA CBC ITALIA-ALBANIA-MONTENEGRO: Si tratta del Bando che finanzierà progetti di cooperazione in Italia (Puglia e Molise), Albania e Montenegro con un budget di 25 milioni di euro.
IL PROGRAMMA: co-finanziato dall'Unione Europea attraverso lo Strumento di Assistenza Pre-Adesione (IPA), ha allocato ben 25 dei 92 milioni di euro di dotazione finanziaria complessiva su questa prima Call.
CONTRIBUTO: il contributo UE, sul quale può essere concesso un prefinanziamento del 20%, può coprire fino all'85% delle spese ammissibili.

PROGRAMMI AMMESSI: le proposte progettuali dovranno focalizzarsi su uno dei quattro assi prioritari del Programma: Asse 1: Sostegno alla cooperazione transfrontaliera e alla competitività delle PMI; Asse 2: Gestione intelligente del patrimonio naturale e culturale per la valorizzazione del turismo transfrontaliero sostenibile e per l'attrattività dei territori; Asse 3: Protezione dell'ambiente, gestione del rischio e strategie per ridurre le emissioni di carbonio; Asse 4: Incremento dell'accessibilità transfrontaliera, promozione dei servizi di trasporto sostenibili, miglioramento delle infrastrutture pubbliche.
TERRITORI AMMESSI Puglia, Molise, Albania e Montenegro sono i territori eleggibili, con il coinvolgimento di almeno un partner per ogni Paese partecipante, ovvero almeno 1 partner da uno Stato Membro UE (territori eleggibili dell'Italia) e almeno 1 partner da ogni Paese IPA (1 partner dall'Albania e 1 partner dal Montenegro).
BENEFICIARI: Sono ammissibili gli enti pubblici, gli organismi di diritto pubblico e le organizzazioni private non-profit.
DOMANDE: dal 16 marzo 2017 al 30 maggio 2017.

 

 


Leggi tutto


FRIULI VENEZIA GIULIA: area di crisi del mobile, modificato il bando per i contributi alle imprese. Scadenza 15 giugno 2017.

FRIULI VENEZIA GIULIA: area di crisi del mobile, modificato il bando per i contributi alle imprese. Scadenza 15 giugno 2017.
Si tratta di contributi a fondo perduto concessi alle micro, piccole e medie imprese localizzate nelle aree territoriali colpite da crisi diffusa o di nuovo insediamento in tali aree al fine di recuperare la competitività del tessuto produttivo, salvaguardare il livello occupazionale delle imprese e migliorare l'attrattività del territorio.
BENEFICIARI: micro, piccole e medie imprese già localizzate o di nuovo insediamento nell’Area di crisi del Mobile.
COMUNI AMMESSI: rientrano nell’area i seguenti comuni: Azzano Decimo, Brugnera, Budoia, Caneva, Chions, Cordenons, Fiume Veneto, Fontanafredda, Pasiano di Pordenone, Polcenigo, Porcia, Prata di Pordenone, Pordenone, Pravisdomini, Roveredo in Piano, Sacile, San Quirino, San Vito al Tagliamento, Zoppola.
PROGETTI AMMISSIBILI: gli interventi finalizzati ad attrarre nuovi investimenti e ad accompagnare il riposizionamento competitivo delle imprese già insediate, al fine di dare attuazione ad un progetto unitario di rilancio delle attività produttive del settore manifatturiero relativo ad attività individuate nella sezione C della classificazione codici ISTAT ATECO 2007.
CONTRIBUTO: L’intensità di aiuto è del 40% delle spese ammissibili.
L’intensità viene elevata di 10 punti percentuali nel caso in cui l’impresa, nel periodo intercorrente tra la data di presentazione della domanda e la data di presentazione della rendicontazione, effettui nuove assunzioni, rendiconti il relativo costo salariale e mantenga le assunzioni medesime per almeno i dodici mesi successivi alla data di presentazione della rendicontazione.
CONTRIBUTO MASSIMO: € 200.000,00 nell’arco di tre esercizi finanziari se progetto finanziato ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 ed €100.000,00 in caso di impresa unica che opera nel trasporto di merci su strada per conto terzi.
DOMANDE: dal 10 maggio 2017 al 15 giugno 2017.

 

 


Leggi tutto

SARDEGNA, pubblicato il bando: Sostegno a investimenti per lo sviluppo di imprese extra-agricole

SARDEGNA SOSTEGNO INTERVENTI EXTRA  AGRICOLI PSR AZIONE 6.4.2 SARDEGNA: PSR 2014-2020, pubblicato il bando a valere sul tipo di intervento 6.4.2 “sostegno a investimenti per lo sviluppo di imprese extra-agricole”, bando annualita’ 2017.
FINALITA': concessione di un aiuto alle imprese non agricole per la realizzazione di investimenti strutturali (materiali e immateriali) al fine di incentivare la diversificazione dell’economia delle aree rurali attraverso lo sviluppo di attività extra-agricole nelle micro e piccole imprese che operano nelle zone rurali.
SETTORI AMMESSI: 1. attività legate allo sviluppo del turismo rurale (ospitalità, servizi e attività connesse); 2. fornitura di servizi sociali compresa la costruzione, ricostruzione e/o ammodernamento dei locali e l'area per lo svolgimento delle attività (assistenza all'infanzia, assistenza agli anziani, assistenza sanitaria, cura per le persone disabili); 3. attività nell’ambito dei settori di diversificazione dello sviluppo rurale: -bioeconomia; -Ambiente e green economy; -Riduzione degli impatti dei cambiamenti climatici sul territorio; -Creatività, cultura e turismo rurale; -Enable local community; -Artigianato innovativo; -Servizi TIC; -Servizi sociali ad alta sostenibilità economica;
BENEFICIARI:
le micro e piccole imprese non agricole che operano (sede legale e di svolgimento dell’attività extra-agricola finanziata) nelle zone rurali della Sardegna (aree B, C, D).
CONTRIBUTO: è concesso un aiuto sotto forma di contributo in conto capitale del 50% della spesa ammessa a finanziamento.
La restante quota del 50% di spesa non coperta dal finanziamento pubblico è a totale carico del beneficiario, fermo restando il massimale di investimento previsto.
MASSIMALE SPESA AMMESA: La spesa ammessa a finanziamento non può essere superiore a €. 400.000,00.
massimale contributo: l’importo massimo di contributo pubblico concedibile per beneficiario è fissato in €. 200.000,00 (euro duecentomila/00).
DE MINIMIS: il sostegno è erogato alle condizioni di cui al Regolamento “de minimis”.
CONDIZIONI: Il beneficiario al momento della presentazione della domanda di sostegno deve essere titolare di una micro o piccola impresa non agricola. La micro o piccola impresa non agricola deve possedere i seguenti requisiti: 1. iscrizione nel registro delle imprese della C.C.I.A.A.; 2. avere costituito/aggiornato il fascicolo aziendale sul SIAN;
Gli investimenti devono essere localizzati nelle zone rurali della Sardegna (aree rurali B, C, D);
DOMANDE: la presentazione delle domande di sostegno potrà avvenire nel periodo compreso tra le ore 10,00 del 14 settembre e le ore 13,00 del 27 ottobre 2017.

 

 


Leggi tutto

VENETO - GAL PREALPI E DOLOMITI: pubblicati i primi bandi. Domande entro il 7 luglio 2017

VENETO - GAL PREALPI E DOLOMITI pubblicati i primi bandi

Il Consiglio Direttivo del GAL ha approvato i primi 7 bandi pubblici previsti dal proprio PSL per un importo complessivo di 1,84 milioni di euro di contributo pubblico.

I bandi sono stati giò pubblicati sul BUR della Regione Veneto e finanzieranno le imprese all’interno dei cosiddetti Progetti Chiave.
INTERVENTI AMMESSI: gli interventi riguardano l’ammodernamento dei fabbricati finalizzati all’attività d’impresa, l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature (tipo intervento 6.4.2 Creazione e sviluppo di attività extra-agricole nelle aree rurali), la valorizzazione del patrimonio architettonico di pregio (tipo intervento 7.6.1 Recupero e riqualificazione del patrimonio architettonico dei villaggi e del paesaggio rurale) e lo sviluppo ed animazione delle filiere corte (tipo intervento 16.4.1 Cooperazione per lo sviluppo delle filiere corte).
Domande entro il 7 luglio 2017

 

 


Leggi tutto

EMILIA-ROMAGNA: contributi per investimeni in aziende agricole. Scadenza 31 luglio 2017.

EMILIA-ROMAGNA: contributi per investimeni in aziende agricole in approccio individuale e di sistema.
FINALITA': migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiarne la ristrutturazione e l’ammodernamento, in particolare per aumentare la quota di mercato e l’orientamento al mercato nonché la diversificazione delle attività.
BENEFICIARI: Imprese agricole singole e/o in forma associata, proprietà collettive.
RISORSE: 800.000,00 €
SPESE AMMISSIBILI:costruzione/ristrutturazione immobili produttivi;  miglioramenti fondiari; macchinari, attrezzature funzionali al processo innovativo aziendale; impianti lavorazione/trasformazione dei prodotti aziendali; investimenti funzionali alla vendita diretta delle produzioni aziendali; investimenti immateriali connessi alle precedenti voci di spesa quali onorari di professionisti/consulenti e studi di fattibilità, entro il limite massimo del 10% delle stesse; investimenti immateriali quali: acquisizione/sviluppo programmi informatici, acquisizione di brevetti/licenze.
CONTRIBUTO: -50% se imprese condotte da giovani agricoltori e/o in zona con vincoli naturali o altri vincoli specifici (esclusi investimenti finalizzati alla lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti aziendali); -40% negli altri casi e in caso di investimenti finalizzati alla lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti aziendali.
IMPORTI AMMISSIBILI: l’importo minimo ammissibile dell’investimento è pari a € 20.000,00; l’importo massimo dell’investimento ammissibile è pari a € 300.000,00.
LOCALIZZAZIONE: gli interventi devono essere localizzati nel territorio ricadente nell’Area Leader del GAL DELTA 2000.
DOMANDE: dal 3 maggio 2017 al 31 luglio 2017.

 

 


Leggi tutto


ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI RICERCA CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI





 

 

 

 


VANTAGGI PRINCIPALI DELL'ABBONAMENTO
  • Monitoraggio costante personalizzato per le vostre esigenze
  • Informazione immediata di tutte le nuove opportunità
  • Appuntamenti gratuiti in numero illimitato per consulenza professionale
  • Esecuzione pratiche di richiesta contributi e finanziamenti agevoltati senza corrispondere nessun acconto
  • Pagamento delle competenze solo ad approvazione della richiesta e incasso delle somme erogate.
IL SERVIZIO IN ABBONAMENTO E' DISPONIBILE PER TUTTE LE REGIONI ITALIANE


 



SEI UN PROFESSIONISTA O UN CONSULENTE INTERESSATO ALLA FINANZA AGEVOLATA?
TI PIACEREBBE INTRAPRENDERE SUBITO UN'ATTIVITA' PRESTIGIOSA E MOLTO REDDITIZIA?

AFFILIATI A ITALIA CONTRIBUTI
NON OCCORRE ALCUNA ISCRIZIONE IN ALBI O ELENCHI
SERVE SOLO MOLTA SERIETA' PROFESSIONALE E A TUTTO IL RESTO PENSIAMO NOI
ANCHE AD INVIARVI I CLIENTI


SCOPRI I VANTAGGI DELL'AFFILIAZIONE IN FRANCHISING


_____________________________________________________

 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
(TM) ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO DEPOSITATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione 

Per informazioni scrivete a: info@italiacontributi.it

__________________________________________________________________________________________
Non hai chiesto tu l'iscrizione o non sei interessato a questa newsletter?
Cancella la tua iscrizione
Se la cancellazione automatica non dovesse funzionare, invia un'email con oggetto "CANCELLA" direttamente a: info@italiacontributi.it
Questa è un'email automatica, si prega di non rispondere.